9 giugno 2012

Sorbetto di scarti buono buono.

Se anche voi, come me, vi sentite un po' pesci fuor d'acqua in questi giorni, vi giuro che il sorbetto di questa semplice ricetta v'aiuterà, v'assicuro, v'aiuterà!
Tra il caldo e l'allergia ai pollini nell'ultimo periodo sono riuscita a concludere ben poco e ho passato il tempo un po' intontita e parecchio affaticata. 
Comunque ho cucinato, questo sì, ma ci sono foto che sono andate irrimediabilmente perse, cibi che mi sono rifiutata di fotografare perché alzarmi a prendere la macchina fotografica e organizzare un minimo di set mi sembrava troppo una gran fatica, foto di cibi scattate pure con un certo impegno che sono risultate talmente delle ciofeche che persino io mi vergogno a pubblicarle.
E poi le notizie delle persone colpite dai terremoti di adesso, la realtà ancora dura per coloro che l'hanno vissuto in abbruzzo, insomma, anche se questo è solo un piccolo spazio di poca importanza, non vi nascondo che mi sono sentita in difficoltà a scrivere anche per questi motivi.
Comunque, vi dicevo, questa ricetta è buona e proprio adatta al momento perché leggera e fresca e con gli zuccheri necessari per tirarsi su. Restano dei pezzetti di frutta interi che rendono questo semplice sorbetto davvero speciale. E  poi la trovo buona anche perché è una di quelle a impatto quasi zero nate dagli esperimenti di Lisca. Basta recuperare lo scarto del centrifugato che generalmente buttiamo via.
E a proposito di azioni anti spreco, vi segnalo anche io, come altre food blogger hanno già fatto, la possibilità di acquistare parmigiano prelevato dalle 150.000 forme che si sono danneggiate cadendo durante le scosse di terremoto. 
Il parmigiano danneggiato è ottimo, ma così come è adesso ne risulta compromessa la possibilità di ulteriore stagionatura e quindi, se non utilizzato in tempi brevi, andrà a male e dovrà essere buttato! Tutte le notizie  e le informazioni per l'acquisto possiamo trovarle sul sito del Parmigiano Reggiano, nel quale si consiglia di comprare prodotti con l'etichetta 1 €/Kg per rinascere - Un aiuto ai caseifici terremotati del Parmigiano Reggiano,  così da andare a sostenere anche un fondo per aiutare le aziende danneggiate.


Sorbetto di scarti buono buono.


ingredienti
scarto di due bicchieri di centrifugato(io ho messo una mela, due piccole banane e una decina di fragole)
1 albume
5 cucchiai di zucchero
un bicchiere d'acqua

Fare uno sciroppo lasciando sobollire per qualche minuto lo zucchero sciolto in un bicchiere d'acqua. Unire alla polpa di scarto della frutta. Montare l'albume e incorporarlo delicatamente al composto con movimenti dal basso verso l'alto, stando attenti a non smontarlo. Riporre il recipiente in freezer, avendo cura di rimestare bene ogni mezz'ora durante le prime tre ore. Lasciare ancora un'oretta in freezer e poi servire. E' buonissimo!
P.s. il tuorlo avanzato se l'è pappato la mia maremmana nei croccantini!

5 commenti:

rossella ha detto...

come al solito esprimi benissimo sentimenti e sensazioni (e oltre alla parte "psico" pure tutta quella "somatica") che riguardano appieno anche me. solo che anche se io sembro uno a chiacchierona, a volte faccio fatica a 'parlare'. e il blog rimane solo una piccola fuga, però utile a volte sai?
bacibaci

Valentina ha detto...

*ross, è utile, cavolo se è utile, hai proprio ragione! sapessi quanto m'è mancato non scrivere in questi giorni. davvero ho fatto fatica a barcamenarmi, a non farmi risucchiare dal quotidiamno, a conquistarmi il tempo per questo prezioso piccolo spazio tutto mio! tu sei speciale, e sai comunicare benissimo, arriva proprio tutta la bellezza che sei e, te l'ho detto anche altre volte, a me dai sempre lo stimolo per migliorarmi. baci baci. p.s. ho risposto anche all'altro commento, vai a vedere! ;)

rossella ha detto...

<3
(nono, son proprio una chiacchierona, ma poi le cose serie... non riesco mica! oggi però son proprio fritta, non sono riuscita nemmeno a cucinare... e l'idea di fare anche mezza foto mi atterrisce... è il tempo, signoramia, il tempo, ci scommetto! ;-))
bacetti dalla vaniglia

Alice C. ha detto...

Ma è utilissimo! Non ho mai provato a farlo e mi sono sempre ridotta a comprarlo...così è senz'altro meglio!

Ma dici che se faccio pastorizzare l'albume va bene lo stesso? Non lo faccio praticamente mai, ma ogni tanto mi viene l'idea nel caso dovessi mai offrirlo a qualche donna incinta (non ne conosco una, ma non si sa mai!)
Grazie e buona domenica!

Alice
http://operazionefrittomisto.blogspot.it/

Valentina ha detto...

*alice, sai che si potrebbe fare? togliere l'albume montato e sostituirlo con un paio di fogli di gelatina. leggevo qualche giorno fa un post di dario bressanini sul suo blog e, da cuoco e da chimico, spiegava come nella preparazione casalinga della granita i fogli di gelatina rallentino il congelamento, evitando così la formazione dei cristallo di ghiaccio più grossi che sono quelli che rendono duro il composto. secondo me si più applicare anche alla preparazione del sorbetto. anzi, ci provo già la prossima volta! in questo modo evitiamo pericoli, hai perfettamente ragione! un abbraccio.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...